UFFICIO NAZIONALE PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO INTERRELIGIOSO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

I Convegno ecumenico sul “Padre Nostro”

Nel cammino concorde che le chiese stanno facendo in Italia, si è svolto il primo Convegno ecumenico, e cioè promosso insieme da cattolici, ortodossi e protestanti, con relatori delle tre diverse famiglie cristiane. È stata una riflessione corale sulla preghiera di Gesù al Padre, modello d’ogni altra preghiera: il Padre Nostro.
1 giugno 2012
Nel cammino concorde che le chiese stanno facendo in Italia, si è svolto il primo Convegno ecumenico, e cioè promosso insieme da cattolici, ortodossi e protestanti, con relatori delle tre diverse famiglie cristiane.
 
È stata una riflessione corale sulla preghiera di Gesù al Padre, modello d’ogni altra preghiera: il Padre Nostro.
Come tutti sappiamo, è una preghiera per sua natura ecumenica perché esprime il nostro convergente rapporto con Dio e ci fa essere voce concorde di lode e di benedizione. Almeno in questo elementarissimo approccio ecumenico orante siamo già un cuor solo e un’anima sola, come la prima comunità cristiana (At 4,32). Ed ancor più lo saremo se faremo nostra la ricchezza dei temi unitari di questa preghiera, che Tertulliano, scrittore cristiano del II secolo, considerava come un “vangelo abbreviato”, sintesi di tutto il vangelo. È, tra l’altro, la preghiera più bella al Padre che è “al di là di tutto”, in preparazione al Giubileo dell’anno 2000.